Conclude la vaccinazione transfrontaliera in NL; Negano che sia dovuto all’insicurezza



Il Ministero della Salute del Nuevo León ha concluso i giorni del vaccinazione transfrontalieraattuato dall’agosto 2021. Alma Rosa Marroquín, capo dell’agenzia statale, ha negato che il programma fosse terminato a causa dell’insicurezza nei tratti autostradali, situati nelle aree circostanti il ​​comune di Anáhuac, nel confine con il Texas e Tamaulipas.

La conclusione di questo programma coincide con l’attacco armato contro le forze dell’ordine da parte delle Forze Civili, la mattina di lunedì 19 settembre, avvenuto a pochi metri dal punto in cui passava la carovana di veicoli in cui stavano trasportando i minori insieme ai genitori verso ricevere la vaccinazione al ponte internazionale della Colombia.

Lo scontro ha provocato la morte di un poliziotto e due feriti, nonché l’arresto di almeno due coinvolti negli eventi.

Il giorno successivo, il Segretario Generale del Governo, Javier Navarroha annunciato la sospensione temporanea delle vaccinazioni, fino a questo giovedì, che si è definitivamente conclusa.

Questo giovedì, il capo del ministero della Salute ha affermato che la fine della vaccinazione transfrontaliera era una questione che stavano analizzando da settimane.

Marroquín ha riferito che grazie alla vaccinazione transfrontaliera ne hanno beneficiato 189.200 studenti e 108.000 lavoratori. Durante l’annuncio, il funzionario ha ringraziato il governo del Texas, gli operatori sanitari e tutti coloro che hanno collaborato a questa strategia.

“Al team del Ministero della Salute e delle altre dipendenze, al team dell’Azienda Ospedaliera Universitaria che ci ha accompagnato, che ha avuto il coraggio non solo di affrontare la crisi ma anche pensare di promuovere la strategia sia a livello nazionale che attraverso la brigata vaccinale, grazie anche al Texas per aver collaborato con noi”, ha detto.


La vaccinazione transfrontaliera è stata avviata da Samuel García quando era ancora governatore eletto, grazie alle trattative che ha condotto con lo stato del Texas e uomini d’affari di Monterrey.

Inizialmente consisteva nel trasportare i lavoratori delle industrie locali per essere vaccinati in Texas, in seguito, in qualità di governatore costituzionale, il programma è stato ampliato per offrire l’inoculazione contro il COVID-19 per bambini e adolescenti.

Recentemente, i bambini di età inferiore ai 5 anni sono stati inseriti in questo programma, offerto ai genitori dei più piccoli maggiore sicurezza prima di lui ritorno faccia a faccia delle classi.

Al momento, gli abitanti di Nuevo León potranno accedere al vaccino anti-Covid solo attraverso la strategia guidata dal governo federale, che attualmente include già i bambini dai 5 anni in su.

Lascia un commento