Cosa è il termine “depressione”?

Il termine “depressione” è stato derivato dal verbo latino “deprimere”, che significa “premere verso il basso”. Fu utilizzato fin dal XIV secolo e nel 1665: l’autore inglese Richard Baker lo utilizza nelle sue Chronicle per far riferimento a qualcuno che ha “una grande depressione di spirito”.

La depressione maggiore è attualmente la principale causa di malattia in Nord America e in altri paesi ad alto reddito e la quarta causa di disabilità in tutto il mondo. Nel 2030, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, prevede che possa essere la seconda causa di malattia in tutto il mondo dopo l’HIV.

Cosa deve fare il lavoratore affetto da depressione?

In caso di malattia il lavoratore affetto da depressione deve far pervenire l’apposita certificazione telematica all’Inps, attraverso il proprio medico curante o la struttura sanitaria presso la quale si trova in cura.

Quali sono i sintomi delle persone depresse?

Le persone depresse possono apparire preoccupate, avere pensieri e sentimenti di inutilità, senso di colpa inappropriato o rammarico, impotenza, disperazione e odio di sé. Nei casi più gravi, possono avere sintomi di psicosi: questi comprendono deliri o, seppur meno, allucinazioni, di solito spiacevoli.

Quali sono i sintomi comportamentali della depressione?

Sintomi comportamentali della depressione: Un appetito aumentato o diminuito. Solitamente vi è una perdita di peso e un dimagrimento, alcuni individui con depressione maggiore riferiscono di doversi sforzare di mangiare. Un aumento o una diminuzione del sonno.

Quali sono le psicoterapie per la depressione?

Psicoterapia per la depressione. La terapia cognitivo comportamentale si è dimostrata molto efficace per la cura della depressione. Da un lato si cerca di modificare i pensieri negativi che possono sostenere la depressione.

Quali sono i sintomi della depressione reattiva?

Depressione reattiva: depressione dovuta ad un evento scatenante come un lutto, una separazione, un fallimento, … L’ICD-10 definisce tre sintomi depressivi tipici: l’umore depresso, l’anedonia e perdita di interessi, due dei quali dovrebbero essere presenti per formulare una diagnosi di disturbo depressivo.

Quali sono i criteri per fare diagnosi di depressione maggiore?

Depressione maggiore e diagnosi del DSM-5 Nel DSM-5 i criteri per poter fare diagnosi di depressione maggiore sono cinque e sono contrassegnati ognuno da una lettera. I primi tre criteri (A-B-C) definiscono un episodio depressivo, la presenza di ripetuti episodi depressivi consente la diagnosi di disturbo depressivo maggiore .

Quali sono le cause di un disturbo depressivo?

Tra le cause psicologiche indichiamo predisposizioni individuali, tratti temperamentali o caratteriali che possono favorire un disturbo depressivo: scarsa autostima e autoefficacia, tendenza all’autocritica, incapacità di soddisfare i propri bisogni, scarsa adattabilità ai cambiamenti di vita possono portare le persone a viverele situazioni …

Come ricovero per depressione?

Ricovero per depressione Nei casi più gravi, quando il disturbo appare resistente alle cure proposte o quando la sintomatologia sia particolarmente pesante, è possibile ipotizzare un percorso di ricovero all’interno di un ospedale specialistico.

Quando è affetto da depressione?

Quando è affetto da depressione, infatti, il lavoratore si trova in uno stato di tristezza permanente, si sente vuoto e afflitto da pensieri negativi. Questa malattia va immediatamente curata perché potrebbe portare la persona a fare gesti inconsulti, come ad esempio a tentare il suicidio.

Tra i diritti di chi soffre di depressione rivestono notevole importanza quelli al lavoro. Trattandosi di una patologia psichica, infatti, il medico curante può decidere di lasciare a casa in malattia un lavoratore affetto da depressione. In caso di assenza per malattia, l’iter da seguire è il seguente:

Tra i rimedi naturali più efficaci contro la depressione lieve riconosciamo: Attività fisica motoria regolare: crea un rilascio endorfinico che può alleviare molto i sintomi. Psicoterapia: vedi sotto Trattamenti Medici.

Quando arriverà il boom della depressione?

In arrivo il boom depressione: prima causa di assenza dal lavoro. Il boom della depressione, come già segnalato dall’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità), arriverà nel prossimo decennio fino a diventare nel 2030 la prima causa al mondo di giornate di lavoro perse per disabilità, superando il primato storico delle malattie …

Quali sono i disturbi depressivi più frequenti?

Tra i disturbi depressivi più frequenti troviamo il disturbo depressivo maggiore, il disturbo depressivo persistente (distimia), il disturbo disforico premestruale. Una forma di depressione molto comune è anche la Depressione Post- Partum che colpisce le donne poco dopo aver dato alla luce un figlio.

Quali sono i sintomi della depressione?

I Sintomi della Depressione: Il modo in cui la depressione si manifesta varia da persona a persona, ma è possibile individuare alcuni sintomi comuni. È importante sottolineare che ciascuno di noi può provare gli stessi sintomi in momenti di tristezza o sconforto.

Cosa è una persona affetta da depressione nascosta?

Una persona affetta da depressione nascosta è una persona che affronta i suoi demoni interiori in un modo che non li rende chiaramente visibili. Sono persone a cui la malattia può essere stata diagnosticata o meno, persone che potrebbero aver nascosto la cosa anche agli amici più cari.

Quando si ricorre alla terapia con antidepressivi?

Nel trattamento della depressione si ricorre alla terapia con antidepressivi e alla psicoterapia, entrambe di fondamentale importanza. La terapia con antidepressivi è unicamente sintomatica, agisce cioè sui sintomi ed è necessaria quando la loro gravità inibisce la vita sociale, lavorativa affettiva.

Quali sono i sintomi della depressione maggiore?

I sintomi della depressione maggiore sono vari, molteplici e possono presentarsi in modo anche molto diverso tra loro. In linea generale gli aspetti tipici di questo disturbo sono l’umore deflesso (tristezza profonda) e la perdita di interesse verso le normali attività quotidiane.

Quali sono le tipologie di malattia depressiva?

Tipologie di Malattie Depressive Con il termine “depressione” non si indica una sola tipologia di malattia, difatti, esistono diverse forme depressive, ognuna con caratteristiche peculiari. Di seguito, ne verranno elencate alcune: Depressione unipolare o disturbo depressivo maggiore: si tratta di una delle forme più gravi di depressione.

Quali sono i sintomi cognitivi della depressione?

Sintomi cognitivi della depressione. Una ridotta capacità di concentrarsi o prendere anche piccole decisioni, dove vi può essere distraibilità o difficoltà di memoria. Una tendenza molto forte a incolparsi, svalutarsi, sentirsi indegno. Le ruminazioni su piccoli errori passati sono all’ordine del giorno e gli eventi quotidiani neutri o banali …

Lascia un commento