Cosa possono causare i fulmini?

I fulmini possono causare gravi danni legati a blackout o sbalzi e guasti alle apparecchiature connesse alla rete elettrica o telefonica. Quando accadono eventi di questo genere non rimane che calcolare i danni e capire chi deve pagarli.

La protezione della nostra abitazione può essere attuata a due livelli, esterno e interno. Una delle principali e più antiche difese esterne dai fulmini è l’installazione dei classici parafulmini, detti anche LPS esterni: questi proteggono gli edifici dalle scariche elettriche dirette, che hanno il potere di disperdere a terra.

Come attuare la protezione dai fulmini?

Per attuare un’adeguata protezione dai fulmini, dunque, l’impianto elettrico della nostra casa deve essere dotato di un impianto generale di protezione, detto LPS interno. Si tratta di uno scaricatore di tensione generale che ostacola il passaggio della corrente del fulmine dal terreno circostante la nostra abitazione alle sue linee elettriche.

Quali sono le difese esterne dai fulmini?

Una delle principali e più antiche difese esterne dai fulmini è l’installazione dei classici parafulmini, detti anche LPS esterni: questi proteggono gli edifici dalle scariche elettriche dirette, che hanno il potere di disperdere a terra. La protezione interna consiste invece nell’impiego di specifici sistemi che svolgono la loro azione …

Come attuare un’adeguata protezione dai fulmini?

Per attuare un’adeguata protezione dai fulmini, dunque, l’impianto elettrico della nostra casa deve essere dotato di un impianto generale di protezione, detto LPS interno. Si tratta di uno scaricatore di tensione generale che ostacola il passaggio della corrente del fulmine dal terreno circostante la nostra abitazione alle sue linee elettriche .

Come proteggersi dai fulmini?

Come proteggersi dai fulmini. Una corretta prevenzione dai fulmini deriva dalla capacità di saper individuare gli elementi che rappresentano per loro una naturale fonte di attrazione. Un fulmine può “colpire la terra” in modi differenti: per “impatto diretto”, cioè quando la scarica centra la fonte di attrazione senza intermediazioni.

Qual è la potenza di un fulmine?

L’elettricità prodotta da un fulmine è varia ed ha una potenza compresa tra i 10 e 2000 kiloampere (cioè abbastanza da alimentare, nei suoi brevi secondi di vita, una normale centrale elettrica), e può raggiungere una temperatura di oltre 20.000 C°.

Qual è la pericolosità del fulmine?

In realtà, la grande pericolosità del fulmine è dovuta, più che alle grandi tensioni, alla corrente che fluisce nel canale d’aria ionizzata: essendo infatti il plasma un ottimo conduttore di corrente, esso permette il fluire di correnti tipiche di migliaia di ampere (si consideri che bastano circa 20 mA per causare danni fisiologici da …

Qual è la densità massima di protezione contro i fulmini?

Calcoli statistici hanno stato stabilito una distribuzione media di questa densità, che viene utilizzata come riferimento per il dimensionamento dei sistemi di protezione contro i fulmini, con una densità minima di 1,5 fulmini/anno per Kmq, media di 2,5 fulmini/anno per Kmq, fino ad una densità massima di 4 fulmini/anno per Kmq.

Quando un fulmine colpisce una persona?

Quando un fulmine colpisce una persona, si parla di fulminazione (mentre si parla di folgorazione per indicare le lesioni violente prodotte dalle scariche elettriche provenienti dagli impianti industriali): in una frazione di un secondo un fulmine può danneggiare il cervello e arrestare il battito cardiaco.

Come si descrive il fulmine come una scarica?

Generalmente, si descrive il fulmine come una singola scarica, ma sono molto frequenti i casi in cui si verificano una serie di scariche in rapida successione.

L’ultimo valore (differenza di potenziale ai capi del fulmine) dipende dalla lunghezza dello stesso: sapendo che il potenziale di rottura dielettrica dell’aria è di 3000 V/mm, un fulmine lungo 300 m sarà generato da una differenza di potenziale di 300 × 3 × 106 = 9 × 108 ≈ 109V[ il canale di prescarica abbassa il potenziale di rottura dielettrica].

Il fulmine genera un forte impulso elettromagnetico che provoca interferenze nella ricezione di segnali radio (specialmente con modulazione in ampiezza), fino a frequenze di diversi MHz. Il fortissimo impulso elettromagnetico rilasciato da un fulmine può danneggiare in modo irreversibile componenti elettronici funzionanti a bassa frequenza.

Qual è la causa reale dei fulmini?

I “filosofi naturali”, nel corso dei secoli, fecero varie ipotesi per dare una causa reale ai fulmini. Il filosofo Empedocle (490-430 a.C), sosteneva che il fulmine era una parte della luce del sole catturata dalle nubi più dense che, con fragore, riusciva a liberarsi dalla sua trappola.

Quali sono gli effetti delle correnti di fulmine?

Effetti delle correnti di fulmine: Effetti termici Gli effetti termici connessi alle correnti di fulmine sono quelli ohmici causati dal fluire di una corrente attraverso la resistenza di un conduttore o in un LPS. Effetti resistivi Gli effetti resistivi si verificano in ogni componente di un LPS interessato da una

Lascia un commento