Cos’è la disfonia spasmodica, un disturbo sofferto dall’attore Alex Ibarra?

[ad_1]

È qualcosa che è per sempre”, ha spiegato in un’occasione il cantante e attore Alex Ibarra in relazione alla malattia di cui soffre.

Alejandro Ibarra de Llano È una celebrità originaria di Città del Messico che fin da giovanissimo si è avventurato nell’industria dell’intrattenimento come figlio dell’attrice Julissa. Allo stesso modo, è il fratello del cantante Benny Ibarra, che apparteneva a Timbiriche.

Il messicano ha partecipato ad alcune produzioni come Osa sognare (2009), La tempesta (2013), tra gli altri. Attualmente fa parte del cast del nuovo allestimento di Vaselina, in cui si trova anche Erik Rubin.

Il 14 maggio, in un’intervista con Adela Micha, l’attore ha parlato di disfonia spasmodica sofferenza. È una condizione che incide sul suono della sua voce e per la quale ha dovuto cambiare carriera più volte.


“Il fatto è che è neurologico, è un cavo che collega il cervello con le corde [vocales]. Questo cavo è sbagliato e invia un segnale sbagliato alle mie corde ti fa avere spasmi involontari”Alex Ibarra ha spiegato alla giornalista Adela Micha.

rivelò che ci sono voluti più di 20 anni per determinare cosa fosse e che anche alcuni medici gli hanno detto che aveva solo “raffreddore”. Per curare la sua condizione e poter partecipare ad alcune produzioni, il messicano ha spiegato che Botox viene iniettato.

“In questo momento sto parlando di ‘ronquillo’ perché mi iniettano il botox nelle corde vocali, quindi mi paralizzano… mi aiuta molto, è un gioco, a volte devi mettere più dosi o meno”.

Cos’è la disfonia spasmodica?

Secondo lui Istituto nazionale della sordità e altri disturbi della comunicazione (NIDCD), parte del National Institutes of Health (NIH), la disfonia spasmodica è un disturbo che colpisce il sistema nervoso.


È anche noto come distonia laringea e ha maggiori ripercussioni sui muscoli della voce che si trovano nella laringe. Le persone che soffrono di questa condizione, quando parlano, le loro corde vocali producono alcuni spasmi involontari, che provocano l’interruzione della voce durante il discorso.

In alcuni casi, questo disturbo può essere accompagnato da un’altra distonia, movimenti involontari del corpo. Esistono tre tipi di disfonia spasmodica:

  • Disfonia spasmodica di adduzione: In questo caso le corde vocali si irrigidiscono e rendono difficile la produzione della voce.
  • Disfonia da abduzione spasmodica: In questo caso le corde vocali sono tenute separate, il che rende difficile la produzione del suono.
  • Disfonia spasmodica mista: Mescola entrambi i tipi di disturbo.

Come suona una persona con disfonia spasmodica?

Il NIDCD spiega che si tratta di una malattia cronica che dura tutta la vita e può verificarsi in qualsiasi momento. Secondo il sito della Cleveland Clinic, questi sono alcuni dei modi in cui si sente la voce di una persona con il disturbo:

  • sussurrato
  • rotto o irregolare
  • Rauco
  • Tremito
  • Teso
  • schiacciato o strangolato

Lo spiega la Cleveland Clinic non c’è una risposta concreta su quali siano le cause la condizione, ma una volta che la voce inizia a suonare in modo diverso peggiora per circa 18 mesi e poi rimane la stessa.

Come viene trattata la disfonia spasmodica?

Il NIDCD spiega che il modo migliore per determinare se stai convivendo con la condizione è vedere uno specialista. Essendo una condizione rara, è difficile da diagnosticare, quindi le persone che vivono con essa devono sottoporsi a test per otorinolaringoiatri, neurologi e patologi.

È importante consultare uno specialista per determinare come affrontare la disfonia, questi sono alcuni dei trattamenti:

  • Iniettare la tossina botulinica nell’area interessata
  • terapia comportamentale
  • Utilizzo di dispositivi di aumento o di assistenza

[ad_2]

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *