Da Ovidio Guzmán a Emma Coronel: ecco come sono caduti la famiglia “Chapo” e i capi del cartello di Sinaloa

[ad_1]

Durante la sua carriera criminale, Joaquín ‘El Chapo’ Guzmán ha avuto almeno 10 figli con tre donne. Molti di loro hanno seguito le sue orme, il che ha portato alla cattura di uno: Ovidio Guzmán, sorpreso dalle forze armate giovedì 5 gennaio. a Culiacán, Sinaloa.

I loro figli non sono stati gli unici detenuti, tra gli arrestati ci sono anche fratelli ed ex mogli del narcotrafficante messicano, che hanno monopolizzato le notizie principali e le liste dei più ricercati, sia dalle autorità messicane che da quelle statunitensi.

Sei dei figli del narcotrafficante sono uomini e quattro sono donne. Dalla sua prima relazione, con Alejandrina Salasar, sono nati César, Iván Archivaldo (uno dei più ricercati del cartello di Sinaloa) e Alejandrina, che è rimasta lontana dal mondo della droga ed è una donna d’affari.

Con Griselda López, il suo secondo matrimonio, ha avuto quattro figli; Edgar, Joaquín, Griselda Guadalupe e Ovidio, quest’ultimo detenuto oggi per la seconda volta in quello che è stato chiamato ‘el Culiacanazo’.

Nel 2011, Joaquín Guzmán Loera ha avuto due figlie con Emma Coronel: le gemelle María e Guadalupe, nate a Los Angeles, Stati Uniti.

Quali parenti di “El Chapo” sono stati catturati?

1. Ovidio Guzmán, figlio di ‘Chapo’ Guzmán

All’inizio di questo giovedì, 5 gennaio, le Forze Armate hanno sorpreso il figlio del “Chapo”, Ovidio Guzmán, che è stato catturato per la seconda volta a Culiacán, Sinaloa.

E’ stato il Segretario alla Difesa Nazionale (Sedena), generale Luis Cresencio Sandoval, a confermare l’arresto di Ovidio, leader del gruppo criminale ‘Los Menores’.

In una conferenza stampa, il funzionario ha aggiunto che il capo è stato arrestato con armi ad uso esclusivo dell’Esercito. “Il detenuto è stato trasferito dal luogo della sua detenzione a Città del Messico su un aereo dell’aeronautica militare messicana”, ha detto.


2. ‘El Pollo’, fratello di ‘Chapo’ Guzmán

Arturo Guzmann, meglio conosciuto come ‘El Pollo’, aveva assunto la guida mentre suo fratello “El Chapo” era rimasto in prigione; Tuttavia, qualche tempo dopo fu arrestato e ricoverato nel carcere di Altiplano.

Nel 2004, che era anche il responsabile della logistica del gruppo criminale, è stato assassinato con una pistola introdotta clandestinamente nel carcere, mentre parlava con il suo avvocato nell’area dello stand.

3. ‘El Mudo’, anche fratello di ‘Chapo’ Guzmán

Miguel Angel Guzmán, Conosciuto come “Il Muto”è stato arrestato dall’esercito messicano nel giugno 2005, mentre festeggiava il quindicesimo compleanno di sua figlia.

Il fratello del capo messicano è stato accusato del reato di riciclaggio, poiché si è scoperto che aveva depositato 17 milioni 293mila 322 pesos in diversi conti bancari presso istituti di credito per “nascondere la presunta provenienza illecita delle risorse, il prodotto della droga tratta».

“El Mudo” era responsabile dell’acquisto di immobili da utilizzare come case sicure, nonché dell’acquisizione di veicoli utilizzati dai membri del cartello di Sinaloa.

Nell’agosto 2008 Miguel Ángel è stato condannato a 13 anni di carcere; tuttavia, ha riconquistato la libertà nell’aprile 2017.

4. Emma Coronel, la reginetta di bellezza ed ex compagna di ‘Chapo’

L’ultima compagna sentimentale del ‘Chapo’ è stata Emma Coronel, che nel 2021 è stata arrestata negli Stati Uniti, accusata di aver cospirato per contrabbando di cocaina, metanfetamine, eroina e marijuana negli Stati Uniti.

La modella si è anche dichiarata colpevole chiedendo una riduzione della pena; Ad oggi, rimane in isolamento e le sue figlie gemelle sono sotto la cura di una delle sue sorelle.

5. Griselda López, madre di Ovidio Guzmán

Griselda López Pérez, che ha sposato Joaquín Guzmán Loera a metà degli anni ’80, è stata arrestata nel maggio 2010.

Successivamente, l’hanno trasferita presso le strutture del Sostituto procuratore specializzato per le indagini sulla criminalità organizzata (SIEDO). Tuttavia, è stata rilasciata con “riserva di legge” dopo aver rilasciato la sua dichiarazione davanti all’agente del pubblico ministero federale.

[ad_2]

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *