Durango dice “sì” al matrimonio tra persone dello stesso sesso nello stato



Dopo oltre un decennio di lotte, il Congresso di Stato di Durango Infine approvato a maggioranza la cifra di matrimonio di uguaglianzadopo che il governo dello Stato ha emanato un decreto amministrativo che ordina le unioni civili indipendentemente dal sesso.

Con 15 voti favorevoli, 9 contrari e 5 deputati senza voto, questo mercoledì 21 settembre è stato approvato il parere che contiene il matrimonio paritario, per inserirlo nella Costituzione, allontanando così Durango dai pochi Stati dove non è stato rispettato. Questo diritto.

In aperta opposizione, il banco di azione nazionale ha espresso voto contrarioTuttavia, erano sorprendenti deputati PRI come Rosa María Triana e Ricardo López Pescador del PRI che votato a favore del parere, proprio come il deputati della Morena.

I gruppi LGBT Durango non si sono tirati indietro e hanno gridato a squarciagola: Sì, potrebbe!Mentre i gruppi antagonisti hanno insistito sul fatto che c’erano delle lacune e il voto è stato fumante.

Lo ha sottolineato Ezequiel García Torres, leader della comunità LGBT di Durango c’erano stati almeno tre tentativi fallitie avevano persino dovuto proteggersi per potersi sposare civilmente.

La Corte Suprema di Giustizia della nazione aveva emesso un’esortazione al Congresso Locale a discutere la questione in sessione plenaria, eppure c’era una certa resistenza. Almeno 51 coppie avevano allora quello che significa ricorrere all’amparos per poter contrarre un matrimonio civile.

La sessantanovesima legislatura passerà così alla storia rendendo possibili le modifiche agli articoli 134 e 142 del codice civile dello Stato di Durango.


La riforma approvata aggiunge all’articolo 141 un comma che recita: “I funzionari abilitati dalla legge a celebrare il matrimonio garantiranno la non discriminazione basata sull’origine etnica o nazionale, genere, disabilità, stato sociale, condizioni di salute, religione, opinioni, preferenze sessuali o qualsiasi altro che violi la dignità umana e abbia lo scopo di annullare o ledere i diritti umani”.

Con quanto precede è stato abrogato l’articolo 142, che in passato stabiliva che «si considera non posta qualsiasi condizione contraria al perpetuarsi della specie o al mutuo soccorso che i coniugi devono tra loro».

In precedenza, il governatore di Durango, Esteban Villegas Villarreal, aveva emesso un decreto, pubblicato sul Giornale Ufficiale, in cui ordinava ai giudici e agli ufficiali del Registro Civile di celebrare matrimoni civili indipendentemente dal sesso.

A Durango oltre il 9,7% della popolazione si è dichiarato membro della comunità LGBTe da anni aspettavano questo passaggio.

Lascia un commento