Fine del ‘COVID Zero’ in Cina: previsti 2,1 milioni di morti e 5,6 milioni di casi al giorno

La Cina deve affrontare un compito arduo dopo aver rinunciato bruscamente alla politica Zero COVID. Un aumento dei casi positivi di COVID-19 e che i decessi causati dalla malattia superano i due milioni di persone.

La nazione più popolosa del mondo sta rapidamente abbandonando i test di massa, i blocchi e la quarantena centralizzata che definivano la rigida politica triennale. Tuttavia, ha dedicato poco tempo all’attuazione delle misure mitigazione necessaria per far fronte all’aumento dei casi positivi di COVID-19 risultante, che potrebbe raggiungere un picco massimo di 5,6 milioni di casi al giornosecondo alcune stime.

A differenza del modello di focolai che si sono verificati negli Stati Uniti e in Europa nei mesi e negli anni precedenti, è probabile che la Cina assista a un’ondata di contagi.

Secondo le stime, la fine di La politica cinese Zero COVID Non sarà come niente che il mondo abbia mai visto nella pandemia.


Esperti di scienza ed economia dipingono un quadro di caos imminente, con assenteismo fabbriche paralizzanti, malattie gravi che travolgono ospedali ed epidemie costringendo i residenti a rifugiarsi nelle loro case.

Sulla base della precedente esperienza di Hong Kong con la variante omicron, In Cina potrebbero morire da 1,3 a 2,1 milioni di personesecondo una stima della società di ricerca londinese Airfinity.

“(Il virus COVID-19) sarà in tutto il paese all’incirca nello stesso momento, ma prima nelle aree urbane e poi nelle aree rurali a causa dell’affollamento”, ha affermato Ali Mokdad, professore presso l’Institute for Health Metrics and Evaluation e direttore della strategia per la salute della popolazione. all’Università di Washington. “Sarà entro un mese che vedremo un numero molto elevato di casi, e la mortalità arriverà due settimane dopo. Non sarà mai dov’è ora (con la politica Zero COVID).”

La proiezione collocherebbe il picco dei contagi vicino all’inizio di Nuovo anno lunarela festa più importante dell’anno in Cina. Prima del COVID-19, la pausa di una settimana era il più grande evento di migrazione di massa del mondo, poiché gli operai delle fabbriche tornavano nelle loro città natale per le visite annuali. Anche il clima invernale alimenterà la diffusione del virus poiché le persone trascorrono più tempo al chiuso.


Le sfide saranno formidabili. Le case di riposo per anziani dovranno lottare per proteggere i più vulnerabili, le scuole chiuderanno per periodi prolungati con l’arrivo di ondate di contagi e le imprese saranno a corto di lavoratori man mano che la malattia prende il sopravvento.

La dipendenza della Cina da vaccini locali meno potenti significa che le iniezioni multiple sono essenzialimentre la scarsità di virus circolanti ha consentito alle persone, soprattutto agli anziani, di saltare finora l’immunizzazione.

La Cina non sarà la prima a passare da COVID Zeroun processo navigato con vari gradi di successo da Singapore, Hong Kong, Taiwan e Australia.

“Non credo che niente vada bene Cina proprio adesso”ha affermato Michael Osterholm, direttore del Center for Infectious Disease Research and Policy presso l’Università del Minnesota. “I suoi 1,4 miliardi di persone corrono un rischio maggiore di contrarlo COVID-19 per la prima voltae queste prime infezioni presentano sicuramente il rischio di malattie gravi, inclusi ricoveri e decessi”.

Effetti dell’addio al COVID Zero in Cina

Gli investitori sono stati più ottimisti. Prime indicazioni che la Cina stava uscendo dalla politica Zero COVID potenziato i mercati finanziari della nazione con le aspettative che il rilascio della domanda repressa stimolerebbe la spesa dei consumatori e alimenterebbe una ripresa economica.

L’indice azionario Hang Seng China Enterprises è salito del 29%. a Hong Kong a novembre, il suo miglior mese dal 2003.

I guadagni sono partiti da una base bassa: l’indicatore ha chiuso ottobre al livello più basso in quasi 17 anni. Lo yuan ha spazzato via quasi un terzo della sua perdita annuale il mese scorso prima di superare la chiave 7 al livello del dollaro lunedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.