I 9 migliori citazioni da “Il Padrino”

Non c’è dubbio che “Il Padrino” è uno dei film più importanti della storia del cinema, di essere davvero il meglio per il pubblico in vari sondaggi e i voti presi. Una delle cose che mi piace di più è il suo script, magistrale, dall’inizio alla fine e con molte lezioni che oggi stanno ancora andando forte. Oggi vogliamo fare una carrellata dei 9 migliori citazioni da “Il Padrino”… qual è il vostro preferito?.

Ci sono frasi da film che ci sono registrato ed è in grado di convertire una parte normale del nostro gergo, un segno sicuro che stanno andando a lasciare un segno indelebile con il passare del tempo.

Queste sono le migliori frasi de “Il Padrino”

  1. “Ti farò un’offerta che non puoi rifiutare”. Senza dubbio, è la frase più ricordato di tutta la serie, anche in tutta la storia del cinema.
  2. “Credo che in America”. Anche uno dei più memorabili.
  3. “Ogni uomo ha il suo destino”. Vito Corleone aveva sempre avuto molto chiaro quello che doveva essere il suo destino e quello della sua famiglia.
  4. “Un uomo che non vive con la sua famiglia non può essere un uomo”. La famiglia è molto importante in questo film e soprattutto per il suo protagonista, Vito Corleone.
  5. “Gli italiani pensano che il mondo è così forte che è necessario avere due genitori, in modo che tutti hanno un padrino”. La figura dello sponsor è molto importante in alcuni paesi, come l’Italia.
  6. “Un giorno, e quel giorno non può venire, io verrò a te e tu a me. Ma fino ad allora, amico, accetta il mio aiuto in memoria di il matrimonio di mia figlia”. Mettere un altro modo, i favori può essere caricata prima o poi.
  7. “Un avvocato con una valigia in grado di rubare più di un centinaio di uomini armati”. Qualcosa che è stato ripetuto più volte, dopo questo film.
  8. “Mai dire quello che si pensa di qualcuno al di fuori della famiglia”. La cosa più vicina a una persona è sempre la famiglia, molti amici che si hanno. La famiglia non sarà mai tradire, un amico potrebbe fare per un sacco di amicizia c’.
  9. “Quando uno dei miei amici a creare nemici, io sono i miei nemici. E che la paura di lui”. Rinunciare a tutto per il vostro, e di essere il bene e il male. Se non fa male ciò che è mio, è diventato il mio problema.

Lascia un commento