Il crollo del muro a Cuernavaca lascia le famiglie intrappolate e ferite



Poco prima di mezzogiorno è stato registrato il crollo di un muro del Pantheon di La Paz tra i quartieri Chipitlán e Los Pilares a Cuernavaca.

Le rocce caddero in cima a due case e seppellire almeno cinque personedi cui fino ad ora due sono stati salvati e un bambino di mesi, che sono stati portati in ospedale. Ci sono ancora due donne ancora intrappolate, madre e figlia.

Elementi della protezione civile dello Stato, del comune, dei vigili del fuoco, dei paramedici della Croce Rossa e del Segretario alla Sicurezza e alla Protezione dei Soccorso di Cuernavaca sono arrivati ‚Äč‚Äčsul luogo per iniziare a rimuovere le rocce e i detriti che si sono accumulati sulle case.

Allo stesso modo, sono in atto elementi del Segretario alla Difesa Nazionale (Sedena) con pale e picconi, nonché coppie di cani per localizzare le persone che sono state sepolte.

Sono arrivati ‚Äč‚Äčanche un autocarro e una gru per assistere alla rimozione di sassi e rami, che impediscono il soccorso delle persone che si trovano ancora all‚Äôinterno.

Sul posto è arrivato anche il sindaco di Cuernavaca, José Luis Uriostegui Salgado, sottolineando che questa zona è un insediamento irregolare a causa del fondale sabbioso, per il quale le famiglie erano già state informate che si trattava di una zona pericolosa.

Lascia un commento