La Cina supera i 10mila casi COVID; le restrizioni tornano a Pechino

La capitale cinese, Pechino, ha chiuso i parchi e ne ha imposto altri restrizioni mentre il paese deve affrontare una nuova ondata di casi di COVID-19.

Nel frattempo, più di 5 milioni di persone loro hanno seguito confinato Venerdì nelle loro case nella città industriale di Guangzhou a sud e nella megalopoli di Chongqing a ovest.

Lo hanno riferito le autorità cinesi venerdì 10mila 729 nuovi positiviQuasi tutti asintomatico.

Dopo i test di rilevamento del coronavirus a cui si sottopongono quasi quotidianamente la maggior parte dei 21 milioni di persone di Pechino, nella città sono state rilevate 118 nuove infezioni. Molte scuole della capitale sono tornate alle lezioni online, gli ospedali hanno limitato i loro servizi e alcuni negozi e ristoranti hanno chiuso e il loro personale è stato isolato. I video pubblicati sui social media hanno mostrato persone che protestavano o si scontravano con la polizia e gli operatori sanitari in alcune aree.

“È diventato normale, come mangiare e dormire”, ha detto Yang Zheng, un addetto alla ristorazione di 39 anni. “Penso che abbia un impatto maggiore sui bambini, perché devono andare a scuola”.

Il requisito di essere testato ogni 24-48 ore è “fastidioso”, ha detto Ying Yiyang, che lavora nel marketing.

“La mia vita non è paragonabile a quella di tre anni fa”, ha aggiunto Ying. Le visite alla famiglia fuori Pechino possono essere complicate se l’app del telefono che quasi tutti i cinesi sono tenuti a mostrare non diventa verde per il viaggio di ritorno nella capitale, ha spiegato.


“Resto solo a Pechino”, ha detto.

Molte città alla periferia di Pechino, dove risiedono i colletti blu il cui lavoro fa andare avanti la città, sono stati confinati. Molti vivono in residenze comunitarie che i tassisti e i conducenti di ridesharing hanno detto che ora stavano evitando per non essere messi in quarantena.

L’isolamento a Guangzhou, tra gli altri luoghi, doveva finire domenica, ma le autorità hanno ripetutamente esteso queste misure senza spiegazioni.

I leader cinesi si erano impegnati il ​​giorno prima a rispondere alla frustrazione pubblica con il loro rigido protocollo di “zero covid”, che ha confinato milioni di persone nelle loro case e sconvolto l’economia.

La Cina allenta la politica COVID per gli stranieri

Lo ha annunciato venerdì il governo ridurrà il tempo di quarantena per i viaggiatori che arrivino nel paese. l’ambasciata di Stati Uniti d’America rinnovato questa settimana raccomandazione di evitare la Cinanonché all’interno del Paese, a meno che non sia strettamente necessario.

Chi entrerà nel Paese dovrà solo passare cinque giorni isolatirispetto ai precedenti sette, in un luogo ad esso designato, seguiti da altri tre nel proprio luogo di residenza, secondo un avviso del Consiglio di Stato, del governo cinese.

Non è stato subito chiaro quando e dove si applicherà la norma, né se riguarderà allo stesso modo stranieri e cittadini cinesi.

L’allentamento delle restrizioni riguarderà anche uomini d’affari e atleti stranieri in un apparente graduale avanzamento verso la normalità.

Riguardo a compagnie aeree La minaccia di sospensione dei suoi voli non peserà più per due settimane se cinque o più passeggeri risultano positivi, indicavano i regolamenti, il che potrebbe significare un significativo ampliamento dei posti disponibili su quei voli, che sono stati ridotti e più costosi dall’imposizione delle restrizioni nel 2020.

Secondo le linee guida, chi vola in Cina dovrà solo mostrare a test negativo nelle 48 ore precedenti il ​​viaggio, rispetto alle due precedenti.

Il protocollo “zero COVID” ha mantenuto il tasso di infezione della Cina relativamente basso, ma lo ha fatto ripercussioni economiche Y sconvolta la vita quotidiana a causa della chiusura di scuole, fabbriche e negozi, o dell’isolamento dei quartieri senza preavviso.

Dato il nuovo aumento dei casi, sempre più aree stanno chiudendo attività e limitando i movimenti. Per entrare in uffici, centri commerciali o altri luoghi pubblici, le persone devono mostrare un risultato negativo al test almeno una volta al giorno.

Come la la crescita economica si è nuovamente indebolitaDopo un rimbalzo del 3,9% rispetto all’anno precedente nel trimestre terminato a settembre, gli esperti avevano previsto passi più audaci verso la riapertura del Paese, i cui confini rimangono in gran parte chiusi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.