‘Legislatori fuori contesto’: Gli ‘orsi’ più strani con protagonisti



Ci sono giorni in cui, invece di arrabbiarsi o criticare, non resta altro che ridere del storie vissute durante le sessioni del Camera dei Deputati.

Ed è che, in questi mesi, all’interno delle discussioni si è osservato tutto: da a legislatore che è venuto con un vacca a San Lázaro sostenere il settore zootecnico, assistere ad una “scena amorosa” durante il dibattito su un’importante riforma elettorale.

Così, La finanziaria fa il conteggio dei deputati che hanno eseguito il più strano ridicolo.

Il deputato del PRI munge una mucca a San Lázaro

María del Refugio Camarena Jáuregui, deputata del PRI, ha rubato le telecamere quando è arrivata alla Camera dei Deputati in compagnia di una mucca, che ha munto.

In una registrazione, il PRI viene visto vestito con cappello, stivali e seduto su una panchina a mungere la mucca fuori dal Palazzo Legislativo di San Lazaro, poiché non gli hanno permesso di parlare in plenaria.

Secondo la stessa legislatore, detta anche Cuquis Camarena, L’obiettivo era sostenere i produttori di latte e fare in modo che questo prodotto fosse considerato un alimento anziché una bevanda, quindi ha assicurato che questo settore ha il pieno sostegno del PRI.

Ha anche annunciato che nei prossimi giorni presenterà una proposta di riforma della legge sanitaria generale, che mira a favorire il settore lattiero-caseario in Messico; Tale iniziativa prevede la modifica dell’articolo 215.


Santiago Creel confonde il vice con Caro Quintero

A metà della seduta, Santiago Creel Miranda, presidente del Consiglio di amministrazione della Camera dei Deputati, ha commesso un errore e ha confuso un deputato della panchina del Movimiento Ciudadano con il ‘Narco de Narcos’, Rafael Caro Quintero, errore che lo fece arrossire.

Durante la seduta dell’8 settembre, Creel Miranda ha avuto un errore e, nel suo intervento, invece di riferirsi al legislatore Salvador Caro Cabrera, lo ha confuso con il fondatore dell’estinto ‘Cartello di Guadalajara’.

“Abbiamo consultato il vice Salvador Caro Quintero… Cabrera, scusate”, ha corretto il membro del PAN dopo essersi reso conto del suo passo falso e ha subito chiesto scusa al legislatore del MC.

Immediatamente, scuotendo il capo e portando una mano alla fronte, arrossì alle risa dei presenti alla seduta della Camera; poi guardò in basso e dopo un momento si scusò di nuovo.

Poi alzò lo sguardo, sorrise e disse lentamente: “Scuse Salvador Caro Cabrera”.

La deputata si traveste da papa

La deputata trans di Morena, Salma Luévano Luna, è arrivata sul podio travestita da Papa e ha presentato un’iniziativa affinché le associazioni religiose non discriminino la comunità LGBTTIQ+.

Il legislatore ha assicurato che il suo obiettivo nell’indossare mitra e tunica era quello di attirare l’attenzione del pubblico e poi dire ai leader religiosi: “basta discorsi contro i nostri diritti”.

Tuttavia, prima che Salma Luévano pronunciasse il suo discorso, i membri del caucus PAN si alzarono dai loro seggi e lasciarono l’aula legislativa.

La bruna ha presentato un’iniziativa di riforma della Legge sulle Associazioni Religiose e il Culto Pubblico per punire i religiosi che incitano all’odio contro la comunità LGBTTIQ+.

Priista fa un “aereo con una cioccolata” a una mora

Lo scorso maggio è stata catturata quella che sembra essere una “scena d’amore”, quando un deputato del PRI è stato registrato mentre faceva un “piccolo aereo” con una cioccolata a un legislatore di Morena, mentre ridono, suonano le trombe e suonano come “brrr”.

La cosa seria di questa vicenda non era il “romanticismo” del PRI o le risate che provocarono il deputato, ma piuttosto che in quel momento i legislatori di Città del Messico stavano discutendo un’importante riforma che avrebbe modificato l’intero funzionamento dell’Istituto elettorale in il CDMX; tuttavia, a entrambi non sembrava importare.

Anche questa scena è diventata virale sui social network, definita “amore proibito”, per aver coinvolto due forze politiche che in Messico si oppongono.

Carlos Joaquín Fernández Tinoco, deputato plurinominale del PRI che frequenta l’ufficio del sindaco di Azcapotzalco, è stato colui che ha diretto il “piccolo aereo” alla foce di Alejandra Méndez Vicuña, plurinominale e rappresentante di Morena a Xochimilco.



Lascia un commento