L’OMS esclude il rischio di miocardite dai vaccini COVID: quali sono i sintomi?

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha ammesso questo venerdì che ci sono stati casi di miocardite, una condizione che consiste nell’infiammazione del muscolo cardiaco, in persone che avevano appena ricevuto Vaccini mRNA contro COVID-19 (Pfizer, Moderna), ma ha sottolineato che si tratta situazioni molto rare e generalmente lievi.

Vista la ricomparsa di segnalazioni e notizie sul rapporto tra vaccini e problemi coronarici, soprattutto negli Stati Uniti, la direttrice del Dipartimento di immunizzazione dell’OMS, Kate O’Brien, ha assicurato in conferenza stampa che “non ci sono prove di una relazione tra vaccinazione e attacchi di cuore”.

“Il rischio di miocardite indotta da vaccino è stato identificato in precedenza, ma lo sono casi molto rariche quando si verificano sono di solito lievi infiammazioniche rispondono bene alle cure e scompaiono dopo pochi giorni, essendo meno gravi di altri tipi di miocardite”, ha assicurato.

“La nostra raccomandazione rimane che i benefici della vaccinazione contro il COVID-19 superano i potenziali rischi”, ha aggiunto O’Brien, che ha anche avvertito che il COVID-19 stesso può causare problemi cardiaci nel corpo, inclusi attacchi coronarici e ictus.

Cos’è la miocardite?

La miocardite è un infiammazione del muscolo cardiaco. Il sistema immunitario del corpo “provoca infiammazione in risposta all’infezione o qualche altro fattore scatenante”, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

L’infiammazione del cuore è una risposta del corpo a un’infezione o una lesione; Questo può interessare molte aree del corpo ed è la causa di malattie come il cancro, la cardiopatia ischemica e le malattie autoimmuni.

Quanti tipi di infiammazione del cuore esistono?

Ci sono tre tipi di infiammazione del muscolo cardiaco: endocardite, miocardite e pericardite. Il primo consiste nell’infiammazione del rivestimento interno delle camere e delle valvole cardiache; nel secondo, il muscolo cardiaco è infiammato; e nel terzo, l’infiammazione si verifica nel tessuto che forma una sacca attorno al cuore, indica il National Heart, Lung, and Blood Institute (NIH, per il suo acronimo in inglese).

Nel caso della miocardite, può colpire aree piccole o grandi del muscolo cardiaco, causando difficoltà nel pompare il sangue. Quest’ultimo, a sua volta, può portare a insufficienza cardiaca, afferma il NIH.

L’istituto rileva inoltre che i virus possono infettare le cellule nel tessuto cardiaco, causando miocardite. Quando il virus è nella cellula, si moltiplica e attiva il sistema immunitario del corpo, che può danneggiare il tessuto.

Quali sono i sintomi della miocardite?

L’istituto spiega che se un virus è responsabile della miocardite, può causare ttosse, naso che cola o sintomi gastrointestinali settimane prima dei sintomi dell’infiammazione.

I sintomi Dipendono anche dal tipo di infiammazione. lascia che ci sia, e anche questi variano da persona a persona. Nel caso di miocardite, questi segni:

  • Dolore al petto e disagio
  • palpitazioni
  • Svenimento
  • Respirazione difficoltosa
  • Fatica
  • Dolore addominale
  • Intolleranza all’esercizio o non essere più in grado di esercitare
  • Febbre
  • perdita di appetito
  • Gonfiore dei piedi o delle gambe
  • Debolezza

Con informazioni da EFE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.