L’uragano Ian “spazza via” i raccolti e le fattorie della Florida; gli abitanti continuano senza luce



Il Agricoltori e allevatori della Florida devono affrontare la “distruzione diffusa” dei loro raccolti a causa dell’uragano Ian, secondo l’ufficio statale dell’azienda agricola.

Gli agricoltori della regione stanno ancora valutando i danni, ma ù diventato chiaro che nelle aree del Cintura di agrumi della Florida, “molti frutti sono caduti dagli alberi”, ha affermato via e-mail il Florida Farm Bureau. “Le verdure autunnali che una volta mettevano radici ora sono perse”.

Il bovini e allevamenti da latte sono stati “devastati”, ha detto l’ufficio, e le famiglie nella regione devono affrontare settimane di ricostruzione mentre non hanno ancora il potere.

Nel frattempo, masse di colonie di api mellifere, fondamentali per l’impollinazione delle piante e dei raccolti della Florida, sono state sommerse dall’acqua e ora sono in pericolo, ha affermato l’ufficio.

“Ian” passa a Storm in Florida, ma provoca danni storici

Il tempesta ha continuato a colpire la Florida fino a questo giovedì, ad alto rischio di inondazioni, prima di spostarsi nell’Oceano Atlantico e, da lì, a Georgia e Carolina.

Almeno 49 centimetri la pioggia Ăš caduta a North Point, in Florida, vicino al punto in cui la tempesta Ăš atterrata, secondo il National Weather Service. Molti siti di misurazione sono stati portati offline dalla tempesta.

I fiumi nella Florida centrale si sono gonfiati a un livello di inondazione grave e alcuni hanno stabilito record, secondo il Servizio meteorologico nazionale. In tutto il sud-est degli Stati Uniti, almeno 31 mareografi hanno registrato inondazioni.


La tempesta potrebbe ancora prendere forza prima ha colpito le coste degli Stati Uniti, disse il centro. A nord del suo percorso attraverso la Florida, forti piogge continueranno a cadere sulla Georgia e su parti della Carolina del Sud.

“Ian potrebbe essere vicino all’intensità di un uragano mentre si avvicina alla costa della Carolina del Sud”, ha scritto Robbie Berg, specialista senior in uragani dell’agenzia, nella sua prospettiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.