I 7 migliori canzoni di Michael Jackson

Il Re del Pop è stato, è, e sarà per sempre Michael Jackson, una star della musica, con canzoni indimenticabili che faranno parte della storia della musica per sempre. Oggi vorremmo raccogliere le migliori canzoni di Michael Jackson, quelli sono il suo migliore eredità a tutte le generazioni a venire.

Morto 10 anni fa, Michael Jacskon è uno dei grandi nomi nel mondo della musica a livello globale, attraverso una star che ha creato uno stile, ma non sarà mai nessuno come lui.

Queste sono le migliori canzoni di Michael Jackson

1. “Billie Jean”

Pubblicato nel 1982, il suo album “Thriller” è una canzone basata su un fatto reale che si parla di una donna che sosteneva il cantante è stato il padre dei suoi gemelli.

2. “Thriller”

Anche dal 1982 e l’album con lo stesso nome, certamente una delle sue canzoni più conosciute e che passerà alla storia soprattutto per il suo video musicale, in cui la cantante appare accanto a un gruppo di zombie ballerini.

3. “Don’t stop til ottenere abbastanza”

È il primo dei suoi brani da lui stesso composti, dando così un ulteriore dimostrazione del suo incredibile talento. Faceva parte dell’album “Off the wall”, pubblicato nel 1979.

4. “Beat it”

Un’altra delle canzoni incluse nell’album “Thriller”, che invita la non-violenza. In esso collabora con il chitarrista dei Van Halen.

5. “Man in the mirror”

Senza dubbio una delle migliori canzoni di Michael Jackson, che dispone anche di una magistrale performance da cantante. Uno dei più applaudito dalla critica e che è incluso nell’album “Bad”, pubblicato nel 1987.

6. “Smooth Criminal”

Anche l’album “Bad”, il problema, che era il tema principale di “Moonwalker”, il film di per se stesso è il cantante che è stato rilasciato nel 1988. Con il video di questo argomento è diventato molto famoso passo in cui Jacko si piega il corpo in avanti, sfidando la gravità.

7. “Nero o Bianco”

Incluso nell’album “Dangerous”, pubblicato nel 1991. Questa canzone è il singolo che ha generato più vendite nel decennio degli anni 90 e contiene un messaggio critico per il razzismo che c’è nella società americana.

Lascia un commento