Miguel Ángel Félix Gallardo uscirà dal carcere: sconterà una pena agli arresti domiciliari



Un giudice distrettuale ha concesso il arresti domiciliari per Miguel Angelo Felice Gallardoconsiderato il fondatore dell’estinto cartello di Guadalajara.

Martedì, il cosiddetto “Capo dei capi” dovrebbe lasciare il complesso carcerario di Puente Grande, dove è incarcerato da 32 anni. Attualmente, Félix Gallardo ha 75 anni.

Proprio nel luglio di quest’anno, Félix Gallardo è stato portato in ospedale a Guadalajaranel tentativo di salvargli la vista.

L’excapo ha una condizione di salute complicata, ha perso la vista da un occhio, l’udito all’orecchio e altri disturbi, ha detto all’epoca il direttore generale della Prevenzione e del reinserimento sociale di Jalisco, Juan Antonio Pérez.

In precedenza, nel 2021, gli era stata negata la possibilità di ottenere il beneficio degli arresti domiciliari, nonostante le sue precarie condizioni di salute e l’età avanzata.

Félix Gallardo è stato arrestato nell’aprile 1989 in una lussuosa casa in via Cosmos a Guadalajara. Quest’anno ha rilasciato un’intervista alla rete Telemundo, in cui ha smentito qualsiasi legame con la criminalità organizzata. È stato condannato per l’omicidio dell’agente della DEA statunitense Kiki Camarena.

Dopo l’assassinio di Camarena, Miguel Angel Felix Gallardo È stato accusato di stoccaggio di armi, corruzione, reati contro la salute e omicidio. È stato anche condannato per reati come traffico di droga e riciclaggio di denaro.


Il soprannominato ‘capo dei capi’ è stato indicato dalla DEA come la mente del narcotraffico, e insieme a Ernesto Fonseca Carrillo e Rafael Caro Quintero hanno fondato il cartello di Guadalajara.

Ernesto Fonseca Carrillo, detto ‘Don Neto’, è stato condannato a 40 anni di carcere e ora sta scontando la pena agli arresti domiciliari per le sue condizioni di salute. Caro Quintero è stato rilasciato nel 2013 da un tribunale che ha ritenuto che fosse stato condannato per un’istanza inappropriata. Tuttavia, è stato nuovamente arrestato il 15 luglio di quest’anno.

Lascia un commento