Monterrey registra un’inflazione del 9,26%



Ad agosto, l’inflazione annua a Monterrey era del 9,26%, con la quale si accumula 13 mesi consecutivi con una tendenza al rialzo e il livello più alto da maggio 2001.

L’Istituto Nazionale di Statistica e Geografia (Inegi) ha riferito che l’inflazione mensile a Monterrey, cioè rispetto al mese di luglio, è stata dello 0,89 per cento, una delle più alte del Paese, con la quale nell’anno è stata del 4,94 per cento .

Gli analisti hanno sottolineato che il settore alimentare e altri servizi hanno continuato a essere i principali motori dell’aumento dei prezzi in città, registrando un aumento annuo rispettivamente del 13,80 e del 12,26 per cento.

Il segmento della frutta e verdura registra un’inflazione annua del 19,81 per cento, all’interno della quale l’anguria ne accumula una del 76,11 per cento e il melone del 25,77 per cento.

A livello nazionale, l’inflazione annua è stata dell’8,70 per cento, considerata negativa dagli analisti di mercato, poiché è il livello più alto da oltre due decenni.

“Su base annua, l’inflazione è aumentata all’8,70 per cento, il livello più alto da dicembre 2000. Dati negativi sull’inflazione che registrano livelli che non si vedevano da più di due decenni”, ha affermato Luis Adrián Muñiz, analista di Vector.

Riguardo alla decisione di Banxico in merito al tasso di interesse nella sua prossima riunione, Muñiz ha affermato che “riteniamo che la prossima decisione di Banxico sarà divisa e potrebbe essere un aumento compreso tra 50 e 75 punti base, a seconda dell’adeguamento deciso dalla Federal Reserve negli Stati Uniti Stati il ​​21 settembre”.

Marcos Arias, analista di Monex, ha affermato che “l’inflazione si sta consolidando ben al di sopra della soglia dell’otto per cento che era stata rotta proprio a luglio e, vista l’evoluzione del panorama sui mercati energetici, è possibile che passino altri otto mesi prima del calo al di sotto di questi livelli.

Lascia un commento