Processo contro García Luna: il Messico cercherà di recuperare i soldi rubati se ritenuto colpevole, afferma AMLO

[ad_1]

Il governo del Messico cercherà di recuperare il denaro rubato dal tesoro dall’ex segretario alla sicurezza, Genaro García Luna, nel caso in cui la giuria lo ritenga colpevole delle accuse mosse contro di lui dalle autorità degli Stati Uniti.

“Lo stiamo già sollevando in generale, in tutti i casi, i soldi dal Messico devono tornare in Messico Anche se si tratta di processi che si svolgono negli Stati Uniti, devono restituirci i soldi, qualunque sia l’importo, lo abbiamo proposto”, ha dichiarato il presidente Andrés Manuel López Obrador dopo essere stato interrogato sull’argomento.

Il processo contro l’allora funzionario della sicurezza nel mandato di sei anni di Felipe Calderón è iniziato martedì 17 gennaio, tre anni dopo il suo arresto. Lo stesso giorno è iniziato il processo di selezione delle persone che comporranno la giuria che determinerà se è innocente o colpevole di cinque accuse: tre per traffico di droga; un altro per criminalità organizzata e un altro per false dichiarazioni.

Le autorità statunitensi hanno accusato García Luna di aver accettato milioni di dollari in tangenti in cambio dell’aiuto al potente cartello di Sinaloa a spostare la droga e evitare la cattura dei suoi membri. Le prove contro di lui includono ricevute, anche se non è chiaro se fossero per lavori ufficiali, consulenze del settore privato, pagamenti di cartelli o altre tangenti.


Discutendo la questione questa mattina in una conferenza stampa, il presidente López Obrador ha annunciato che il governo attenderà che le prove siano presentate sia dall’ufficio del procuratore degli Stati Uniti che dalla difesa di García Luna prima di emettere misure al riguardo e procedere contro i server pubblici coinvolti.

Aspetteremonon anticipiamo noi stessi devi vedere quali relazioni c’eranose è dimostrato che ha ricevuto denaro, tangenti, se ha tenuto il denaro o c’è stata distribuzione del bottino e chi ha beneficiato, quali altre autorità, tutto questo verrà fuori o senza accettarlo, l’autorità deve presentare prove perché come Avere una persona detenuta per tre anni e andare in giudizio senza prove sarebbe un fiasco, anzi, un’ingiustizia”, ​​ha detto.

Com’è composta la giuria nel processo contro Genaro García Luna?

Le due parti si sono accordate una rosa di 191 persone che potrebbero far parte della giuriadel totale di 400 convocati la scorsa settimana e di cui più della metà sono stati contestati da una delle parti.

I 191 sono stati convocati da questo 17 gennaio al ritmo di trenta la mattina e trenta del pomeriggio dal giudice Peggy Kuo, responsabile del processo di selezione della giuria.


Non è obbligatorio che le 191 persone siano interrogate dal giudice o dalle parti, poiché nel momento in cui si presentano 12 persone e sei sostituti ritenute idonee e fatta salva la causa, il processo è chiuso e la giuria è considerata al completo.

Entrano nella stanza uno per uno e rispondere alle domande del giudiceche trasferisce ai candidati le riserve dell’accusa o della difesa.

Una delle donne selezionate ha detto al giudice che “si sentiva un po’ spaventata” e voleva sapere se, se fosse stata scelta, sarebbe stata nella stessa stanza dell’imputato, dal momento che che potrebbe condizionare la tua stessa opinione sul caso per prendere una decisione equa.

Quando il giudice ha confermato che sarebbe stato così e che avrebbe dovuto condividere quello spazio con García Luna, era visibilmente nervosa, mentre Garcia Luna sorrise.

Con informazioni da AP e EFE.

[ad_2]

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *