Qatar 2022: Luis Enrique, allenatore della Spagna, sarà uno streamer durante i Mondiali

“Streamer del mondo, state lontani perché vado in discesa e senza freni”, è la frase di Luis Enrique, allenatore della Nazionale spagnola, nel suo primo video con cui ha annunciato che durante i Mondiali in Qatar lo farà realizzare trasmissioni in diretta su varie piattaforme in “un’idea folle” che, ha assicurato, stabilirà una “comunicazione più diretta, spontanea e naturale” per i fan.

“Registro questo video per annunciare che sono diventato uno streamer. La mia intenzione è di trasmettere in streaming mentre siamo a Doha. Siamo arrivati ​​il ​​18 al mattino, quindi quel giorno stesso potrò iniziare”, ha annunciato Luis Enrique nel suo primo video ancora in Spagna il giorno in cui si è riunito alla Ciudad del Futbol insieme ai 26 giocatori che ha selezionato per la Coppa del Mondo.

Il tecnico spagnolo ha spiegato i motivi per cui per ora trasmetterà su Twicht e Instagram mentre la squadra spagnola partecipa ai Mondiali in Qatar.

“È un’idea che parte in modo folle, ma può essere interessante avviare un rapporto diretto con i fan che potrebbero essere interessati a informazioni sulla selezione”, ha detto.

“Racconterò da un punto di vista particolare, il mio e quello del mio staff, instaurando una comunicazione più diretta senza filtri, spontanea e naturale, interessante per tutti. Con tanta voglia di vivere l’atmosfera e la pressione di un Mondiale”, ha aggiunto chiudendo il suo video sui social.

I giocatori supportano lo streaming di Luis Enrique

I nazionali Koke Resurrección e Hugo Guillamón hanno sostenuto la decisione dell’allenatore spagnolo Luis Enrique di diventare uno streamer durante la Coppa del Mondo in Qatar, e hanno sottolineato che i loro spettacoli dal vivo saranno “un modo per comunicare” direttamente con i tifosi.

“È un modo per comunicare con le persone e per essere più vicini nei giorni in cui viviamo oggi”, ha difeso Koke. “Le tecnologie sono molto avanzate ed è molto rispettabile, mi sembra buono”.

Hugo Guillamón si è espresso sulla stessa linea. “È un modo per avvicinarsi alle persone. Sta crescendo molto, è qualcosa di naturale che piacerà alla gente e sono sicuro che lo sosterranno”.

La Spagna punta sul ricambio generazionale e sui giovani

La Spagna presenterà un volto nuovo ai Mondiali. I tifosi non devono aspettarsi di vedere in squadra personaggi storici come Sergio Ramos, Gerard Piqué, Andrés Iniesta o David Silva. Al suo posto ci saranno giovani come Pedri González, Gavi Páez e Nico Williams.

La Spagna punta su una squadra giovanissima, con la quale spera di vincere il suo primo trofeo importante dal 2012. A 19 anni, Pedri si è già affermato come uomo in Nazionale.

Gavi, 18 anni, è il giocatore più giovane ad esordire e segnare per La Roja, a 17 anni, e recentemente ha vinto il Kopa Trophy per il miglior giocatore del mondo under 21 – Pedri aveva vinto quell’onore l’anno prima.

Nico Williams ha compiuto 20 anni a luglio e ha fatto una buona impressione nelle sue prime due presenze con la nazionale. Quasi la metà della rosa che andrà in Qatar non supera i 25 anni. “Abbiamo un gruppo di giovani, con alcuni veterani, che possono affrontare qualsiasi rivale”, ha detto Luis Enrique.

La Spagna non vince un titolo dall’Euro 2012, che ha coronato un brillante ciclo in cui ha vinto anche il Mondiale 2010 e l’Europeo 2008. Ma è stata semifinalista all’Euro 2020 (è stata eliminata dall’Italia, che vincerebbe il torneo) e finalista della Società delle Nazioni lo scorso anno (persa contro la Francia).

Elenco dei giocatori dalla Spagna per la Coppa del Mondo in Qatar

PORTIERI

  • Unai Simón (Club di atletica leggera)
  • Robert Sánchez (Brighton/ENG)
  • David Raya (Brentford/ENG).

DIFESE

  • Cesar Azpilicueta (Chelsea/ENG),
  • Daniel Carvajal (Real Madrid)
  • Pau Torres (Villarreal)
  • Eric García (Barcellona)
  • Hugo Guillamón (Valencia)
  • Aymeric Laporte (Manchester City)
  • Jordi Alba (Barcellona)
  • José Luis Gaya (Barcellona)

CENTROCAMPISTI

  • Sergio Busquets (Barcellona)
  • Rodri Hernández (Manchester City/ENG)
  • Koke Resurrection (Atletico Madrid)
  • Marcos Llorente (Atletico Madrid)
  • Pietro (Barcellona)
  • Gavi (Barcellona)
  • Carlos Soler (PSG/FRA)

FRONTI

  • Nico Williams (Club di atletica leggera)
  • Marco Asensio (Real Madrid)
  • Pablo Sarabia (PSG/FRA)
  • Alvaro Morata (Atletico Madrid)
  • Ferran Torres (Barcellona)
  • Yeremy Pino (Villarreal)
  • Ansu Fati (Barcellona)
  • Dani Olmo (Lipsia/GER)

(Con informazioni da EFE e AP)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.