Qual è l’assicurazione sulla vita?

L’assicurazione sulla vita è una garanzia per i nostri familiari fatta attraverso un investimento (più o meno oneroso) annuale, semestrale o mensile, che serve a tutela in caso di incidente. Le polizze vita servono infatti a mantenere il proprio stile di vita invariato.

Le polizze vita, al pari dei fondi comuni di investimento, presentano una tassazione differita sulle plusvalenze. Questo significa che paghi il capital gain, ovvero il guadagno legato alla della polizza vita, in relazione all’acquisto, solo quando avrai venduto la polizza vita

Quali sono le polizze vita?

Le polizze vita per questo sono indicate anche in ambito aziendale per assicurare, per esempio, una persona che ricopre un ruolo molto importante nella attività. Esistono diversi tipi di polizze vita che si distinguono l’una dalle altre per lo scopo per cui sono pensate.

Quali sono i dubbi per l’assoggettamento delle polizze vita?

Dubbi sussistono per quanto riguarda l’assoggettamento delle polizze vita ad un’imposta di bollo annuale, il cui ammontare non dovrebbe superare lo 0,20%: fino a qualche tempo fa era idea del governo quella di introdurre una mini patrimoniale del 2 per mille proprio su questa tipologia di polizze assicurative.

Qual è la funzione delle assicurazioni contro danni?

Questa funzione, tipica delle assicurazioni contro danni (di cui un esempio è la polizza RC auto), è lievemente diversa all’interno delle polizze vita: in queste ultime, infatti, viene comunque assicurato un evento dannoso, con la particolarità, tuttavia, che si tratta della morte dell’assicurato.

Qual è la polizza vita temporanea caso morte?

La polizza vita temporanea caso morte è un modo di tutelare la famiglia se venisse a mancare un reddito importante. Si tratta di un contratto di assicurazione sulla vita che prevede il pagamento di un capitale al beneficiario nel caso in cui l’assicurato muoia o diventi invalido totale permanente, a causa di un incidente.

Quando conviene stipulare una polizza vita?

Quando conviene stipulare le polizze vita. Ovviamente stipulare una polizza vita può risultare conveniente o meno, oneroso o non oneroso a seconda delle esigenze del contraente e delle proprie disponibilità economiche. Le polizze vita convengono quando:

Qual è il contratto d’assicurazione contro i danni?

Nelle assicurazioni contro i danni, il contratto d’assicurazione assume un carattere indennitario avendo lo scopo di garantire all’assicurato l’indennizzo di un danno subito, ovvero tutelare il proprio patrimonio dalle conseguenze economiche di un determinato evento.

Qual è la funzione dell’assicurazione?

La funzione dell’assicurazione è quella di tenere indenne il beneficiario dal rischio che si verifichi un danno ad un determinato bene. Le possibilità sono molteplici: ci si può assicurare contro il rischio del perimento del bene, oppure del suo danneggiamento, sia ad opera di terzi che involontario, ma anche nel caso del furto del bene medesimo.

Quali sono le assicurazioni presso diversi assicuratori?

Assicurazione presso diversi assicuratori. Se per il medesimo rischio sono contratte separatamente più assicurazioni presso diversi assicuratori, l’assicurato deve dare avviso di tutte le assicurazioni a ciascun assicuratore. Se l’assicurato omette dolosamente di dare l’avviso, gli assicuratori non sono tenuti a pagare l’indennità.

Cosa si intende con assicurazione in diritto?

Con assicurazione in diritto ci si riferisce a un determinato tipo di contratto avente a oggetto la garanzia contro il verificarsi di un evento futuro e incerto (rischio), generalmente dannoso per la propria salute o patrimonio.

Trattamento fiscale della polizza Temporanea Caso Morte. La durata massima delle polizze temporanee caso morte è di 20 anni, ed il loro regime fiscale è decisamente favorevole: in fase di accumulo non solo non esiste alcuna tassazione sui premi versati all’assicurazione, ma si può detrarre dal proprio reddito un importo pari al 19% del …

Le polizze vita caso morte sono, come preannunciato nel post introduttivo alla teoria sulle polizze vita, quel genere di assicurazioni adatte a tutelare i beneficiari da noi designati in caso di morte durante il periodo dell’assicurazione. Il caso più comune di contratto vita caso morte è la “temporanea caso morte”, o TCM.

Qual è l’assicurazione temporanea caso morte?

L’assicurazione Temporanea Caso Morteè una polizza di rischiotemporanea che prevede, a fronte del pagamento di un premio che può essere unico, annuo costante o monoannuale, la corresponsione, in caso di morte dell’assicurato avvenuta prima della scadenza contrattuale, di un capitale ai beneficiari designati.

Quali sono le assicurazioni contro danni?

Fanno parte del novero delle assicurazioni contro danni anche le assicurazioni sulla responsabilità civile: questo tipo di assicurazione permette all’assicurato di essere tenuto indenne dagli obblighi risarcitori sorti nei confronti di terzi a causa di una propria attività dannosa.

Come si può definire il contratto di assicurazione?

Prof. Corrias, come si può definire il contratto di assicurazione e quali concetti sono alla base dello stesso? Il contratto di assicurazione a norma dell’articolo 1882 del codice civile è il contratto con il quale l’assicuratore verso il pagamento di un premio si obbliga a rivalere l’assicurato entro i limiti convenuti del danno prodotto da un …

Qual è il contratto di assicurazione a norma del codice civile?

Il contratto di assicurazione a norma dell’articolo 1882 del codice civile è il contratto con il quale l’assicuratore verso il pagamento di un premio si obbliga a rivalere l’assicurato entro i limiti convenuti del danno prodotto da un sinistro o a pagare un capitale o una rendita al verificarsi di un evento della vita umana.

Cosa dice la legge sull’assicurazione responsabilità civile?

Assicurazione responsabilità civile: cosa dice la legge. Come abbiamo visto, l’assicurazione responsabilità civile non è una polizza obbligatoria in Italia. Nonostante ciò, questo tipo di assicurazione è prevista dal nostro ordinamento giuridico.

Cosa è la polizza di assicurazione?

La polizza di assicurazione: definizione e caratteristiche. La parola polizza, etimologicamente, significa promessa. Le radici lessicali di questo vocabolo risiedono infatti nella parola latina pollicitatio, promessa appunto. Nel moderno gergo delle assicurazioni, la polizza è la parola che si usa per designare il contratto di assicurazione in …

Quali sono le caratteristiche di un contratto d’assicurazione?

Un contratto d’assicurazione deve rispondere alle seguenti caratteristiche: è oneroso, l’assicuratore assume su di sé un rischio dietro pagamento di un premio, è aleatorio, per entrambi i soggetti (assicurato e assicuratore) esiste l’incertezza dell’accadimento o non di un dato evento;

Quali sono le attività dell’agente assicurativo?

Tra le attività dell’agente assicurativo c’è anche la gestione dei premi assicurativi e la loro raccolta. Inoltre, in caso di danni o incidenti coperti da assicurazione, l’agente verifica l’esistenza dei presupposti per l’indennizzo e si attiva per far avere al cliente la liquidazione del danno dalla compagnia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.