Quali sono le caratteristiche dell’estintore?

Una caratteristica importante dell’estintore è la trasportabilità. Le cariche standard indicate più sopra devono essere compatibili con l’utilizzabilità dell’estintore; è evidente che non si può concepire un estintore di massa elevata utilizzato da un bambino o da una persona in qualche modo incapacitata.

B) Estintori a polvere: contengono polveri costituite principalmente da composti salini, quali bicarbonato di potassio o bicarbonato di sodio (per classe di incendio B e C), solfato di ammonio e fosfato monoammonico (per incendi di classe A, B e C).

Qual è il tipo di estintore a tetra?

Le capacità erano di 1,1 litri o 0,6 litri ma erano anche disponibili fino a 9 litri. Il contenitore non era pressurizzato, e quindi poteva essere facilmente ricaricato. Altro tipo di estintore a “tetra” fu la cosiddetta Fire grenade.

Quali sono gli estintori portatili?

Gli estintori possono essere classificati in base al peso dell’agente estinguente contenuto nell’estintore. Gli estintori che arrivano a pesare fino a 20 Kg sono estintori portatili, e sono pensati per essere utilizzati facilmente da un unico operatore.

Quali sono le tipologie di estintore in regola?

Ogni estintore in regola riporta un’etichetta, in genere di colore contrastante con lo sfondo, suddivisa in 5 parti per evidenziare diverse informazioni: 1. agente estinguente e classi di fuoco 2. istruzioni per l’uso, simboli dei focolari idonei ad estinguere 3. avvertenze di pericolo

Quali sono gli estintori automatici?

estintori manuali quelli che richiedono l’azionamento di dispositivi posti sull’estintore stesso o su parti ad esso collegate stabilmente; estintori ad azionamento remoto quelli che possono essere comandati a distanza; estintori automatici quelli che sono azionati dal verificarsi di particolari cause (tipicamente l’aumento di temperatura).

Quali sono gli estintori domestici?

Gli estintori di tipo domestico sono di piccole dimensioni, studiati e realizzati per essere tenuti in casa in posti facilmente raggiungibili. L’estintore domestico è un oggetto che, nonostante la sua grande utilità, non trova ancora ampia diffusione nel mercato (specie Italiano).

Quali sono gli estintori a tetracloruro di carbonio?

Gli estintori a tetracloruro di carbonio vennero ritirati negli anni ’50 a causa della tossicità, l’esposizione ad alte concentrazioni danneggia il sistema nervoso e gli organi interni; inoltre, esposta ad alte temperature può convertirsi nel gas tossico fosgene,.

Quale estintore usare per quadri elettrici?

Quale estintore usare per quadri elettrici? Le tipologie di estintori più adatte a sopprimere un incendio da materiale elettrico sono gli estintori CO2 e gli estintori a polvere, grazie all’assenza di acqua al loro interno. Differenza tra estintori a polvere ed estintore anidride carbonica.

Quali sono i modelli di estintore?

In commercio si trovano diversi modelli di estintore, a seconda della sostanza estinguente che contengono. Esistono: 1) Estintori a polvere di composizione salina, consigliati per incendi domestici perché leggeri e semplici da utilizzare su apparecchiature elettriche e liquidi infiammabili; 2) Estintori ad acqua basati sul raffreddamento del …

Come deve essere collocato l’estintore?

La normativa che regola il collocamento estintori stabilisce che l’estintore deve essere installato obbligatoriamente a parete e preferibilmente lungo le vie di uscita ed in prossimità delle stesse, senza ostacolarne l’accesso.

La normativa sul posizionamento estintori portatili specifica inoltre che questi devono essere installati ad un’altezza di 1.10 -1,5 m, che devono essere ben visibili, facilmente accessibili e segnalati tramite cartelli conformi a quanto stabilito dalla legge vigente.

Estintori a Schiuma. L’ estintore a schiuma è costituito da un serbatoio in lamiera d’acciaio, trattato contro la corrosione, o in acciaio INOX, la cui carica è composta da liquido schiumogeno diluito in acqua in percentuale che va dall’ 1 al 10% o da premiscelati pronti all’uso.

Come è obbligatorio installare degli estintori?

Per tutte queste attività (con eccezione dei condomini per i quali sono previsti degli idranti) è obbligatorio installare degli estintori. La quantità e la tipologia degli estintori da prevedere è la seguente: Attività 77 (condomini con altezza maggiore di 24metri): Non è obbligatorio l’estintore.

Quanto dura un estintore carrellato?

La durata di funzionamento degli estintori carrellati è più lunga rispetto a quella degli estintori portatili; ciò comporta una maggiore potenza nel getto di emissione dell’agente estinguente e una copertura maggiore di superficie.

Quanto costa un estintore portatile a polvere?

Installato generalmente a protezione di quadri elettrici di dimensioni medie. PORTATILI EMME. 6 Kg o L. Estintore portatile a polvere (kg) o schiuma (L): è l’estintore più diffuso in ambito nazionale per il suo ottimo compromesso tra prestazioni e dimensioni.

Qual è la carica minima di un estintore?

Gli estintori dovranno avere una carica minima pari a 6 kg ed una capacità estinguente non inferiore a 34A – 144B C (questa sigla è una codificazione standard, della tipologia e dell’entità degli incendi che sono in grado di contrastare efficacemente). Il negozio non supera 400 metri quadrati.

Come deve essere installato l’estintore?

Pertanto per questa tipologia di attività l’estintore è obbligatorio. Ne dovrà essere installato almeno uno ogni 150 metri quadrati di superficie di pavimento o frazione, con un minimo di due estintori per piano (o compartimento) e di uno per ciascun impianto a rischio specifico (es. quadro elettrico generale, generatore di calore, ecc …

Quali sono le tipologie di estintori per sopprimere un incendio da materiale elettrico?

Le tipologie di estintori più adatte a sopprimere un incendio da materiale elettrico sono gli estintori CO2 e gli estintori a polvere, grazie all’assenza di acqua al loro interno. Differenza tra estintori a polvere ed estintore anidride carbonica. Spesso ci si chiede in cosa consiste la differenza tra un estintore CO2 e un estintore a polvere.

Quanto costa un estintore a schiuma da 6 litri?

Gli estintori a schiuma da 6 litri hanno un costo che varia tra i 55 e i 75 euro, mentre quelli da 9 litri arrivano a circa 150/ 170 euro. PraticitĂ , semplicitĂ  di utilizzo e convenienza: questi prodotti vengono scelti da tantissime persone per garantire la sicurezza e la tranquillitĂ  di ogni ambiente.

Come viene usato l’estintore portatile durante l’incendio?

Mentre l’estintore portatile è usato da un solo operatore durante un principio d’incendio, l’estintore carrellato viene utilizzato da due operatori per spegnere un incendio già sviluppato: mentre il primo operatore trasporta e attiva l’estintore, il secondo impugna la lancia ed opera l’estinzione del fuoco.

Lascia un commento