Quali sono le funzioni della narrazione?

La narrazione è una pratica sociale ed educativa che da sempre risponde a molteplici e complesse funzioni: dal “fare memoria” alla condivisione di esperienze collettive, dall’apprendimento al puro intrattenimento. Per fortuna oggi però la ricerca scientifica mostra di avere “riscoperto” il senso della pratica umana del narrare.

LA STRUTTURA DEL TESTO NARRATIVO. Il testo narrativo è un testo in cui ilnarratoreracconta unastoria, cioè una serie di eventi collegati tra loro, in cui agiscono uno o piùpersonaggi. Le vicende si susseguono neltempoesonoambientateinunoopiùluoghi.

Qual è il schema logico del testo narrativo?

Schema logico del testo narrativo: 1) situazione iniziale o esposizione; 2) esordio, un avvenimento che modifica la situazione iniziale;

Qual è il tempo della narrazione?

Il tempo della narrazione può essere: 1. Equilibrato – tipo di racconto: scena, dialogo – tempo del racconto: uguale (la durata del parlare e del leggere coincidono) 2. Rallentato – tipo di racconto: a) pausa – tempo del racconto: indefinito (il narratore si ferma per descrivere o riflettere) b) dilazione

Qual è il ruolo della narrazione nell’apprendimento?

LA NARRAZIONE HA IL POTENZIALE PER ESSERE UNO STRUMENTO PEDAGOGICO? Il genere narrativo si caratterizza per il fatto di coinvolgere fortemente la dimensione affettiva e motivazionale del lettore o dell’ascoltatore di tutte le età (lifelong learning) favorendo lo sviluppo delle facoltà cognitive, affettive, sociali ed etico-valoriali.

Cosa è il pensiero narrativo?

Secondo Bruner il pensiero narrativo è uno dei due modi principali di pensiero con cui gli esseri umani organizzano e gestiscono la loro conoscenza del mondo, anzi strutturano la loro stessa esperienza immediata.

Come si caratterizza il genere narrativo?

Il genere narrativo si caratterizza per il fatto di coinvolgere fortemente la dimensione affettiva e motivazionale del lettore o dell’ascoltatore di tutte le età ( lifelong learning) favorendo lo sviluppo delle facoltà cognitive, affettive, sociali ed etico-valoriali.

Cosa è un testo narrativo?

IL TESTO NARRATIVO: LA STRUTTURA DEL RACCONTO. Un testo narrativo è un . testo nel quale viene raccontata una storia, cioè un insieme di avvenimenti tra loro concatenati. Chi racconta è il narratore, che non coincide (tranne nelle opere autobiografiche) con l’autore reale che ha scritto il testo.

Quali sono gli elementi di base del testo narrativo?

Gli elementi di base del testo narrativo sono: il narratore, la storia, i personaggi, il luogo, il tempo. La fabula è costituita dagli elementi della storia nella loro successione cronologica.

Quali sono le sequenze di un testo narrativo?

Un testo narrativo può essere diviso in sequenze: una sequenza è una parte di testo autonoma, ovvero ha un’inizio e una fine. Le sequenze possono essere: narrative, descrittive, riflessive o …

Come procedere all’analisi di un testo narrativo?

Per procedere all’analisi di un testo narrativo, bisogna poi isolarne la struttura, individuando le parti costitutive e gli elementi della narrazione. Le parti della narrazione sono: situazione iniziale o esposizione. esordio. evoluzione della vicenda (anche detta perturbazione o Spannung) . scioglimento.

Il personaggio di un testo narrativo è costituito da un’insieme di caratteristiche o tratti. Lo scrittore può fornire al lettore un ritratto più o meno completo e approfondito del personaggio servendosi di tratti: Anagrafici: nome, sesso, età, luogo di nascita, provenienza, ecc.

Esempi di testi narrativi: mito, favola, novella, romanzo. Le caratteristiche di un testo narrativo: i personaggi, le parti del racconto. Viene spiegato come si fa un testo narrativo inventato.

Qual è il tempo della storia e della narrazione?

Esiste, infatti, una differenza tra tempo della storia e della narrazione. Il tempo della storia è il tempo reale nel quale si svolge la vicenda che viene raccontata con precisione storica (il 2015, nel settecento, ecc.). Per tempo della narrazione si intende la modalità con la quale i fatti narrati si susseguono all’interno di un racconto.

Qual è il ritmo narrativo di un romanzo?

Il ritmo narrativo è un aspetto assolutamente fondamentale in un racconto come in un romanzo. Lo scrittore riesce a modulare il ritmo narrativo di un testo alternando sequenze dove il tempo della storia è più veloce del tempo del racconto e sequenze dove il tempo della storia è più lento del tempo del racconto.

Qual è l’importanza della narrazione?

narrazione è dunque una delle esperienze più frequenti della nostra esistenza e ha un ruolo rilevante nell’espressione dell’immaginazione e dei vissuti emotivi, e nella sistematizzazione delle proprie conoscenze e credenze. Bruner riconosce alla narrazione un ruolo e un’importanza fondamentali, sia a livello individuale che culturale.

Come si configura la narrazione?

La narrazione si configura, insieme, come un uno strumento formativo/educativo ma anche come uno strumento di ricerca educativa nell’ambito di impianti euristici di tipo qualitativo.

Come distinguere un genere narrativo dall’altro?

Non è sempre facile distinguere un genere narrativo dall’altro. Alcuni generi si intrecciano tra loro ed è difficile distinguerne i limiti [1] Genere: Ciascuna delle categorie, più o meno codificate, in cui vengono tradizionalmente suddivise le forme espressive letterarie, caratterizzate da una correlazione organica tra determinati …

Quali sono le sequenze del testo narrativo?

Uno degli elementi del testo narrativo che merita una descrizione più dettagliata è la sequenza. Le sequenze possono essere di diversi tipi: narrative, descrittive, riflessive e dialogiche. Le sequenze narrative sono quelle in cui viene portata avanti la storia, vengono mostrate le azioni e gli avvenimenti.

Quali sono le sequenze di un testo?

Divisione in sequenze di un testo: la velocità di una sequenza. Un criterio preciso per distinguere i diversi tipi di sequenze è quello della velocità, ovvero loro la capacità di portare avanti la storia attraverso l’azione narrativa. È possibile distinguere tra sequenze statiche e dinamiche.

Quali sono le sequenze narrative?

Le sequenze dinamiche attivano un’azione e la fanno procedere nel corso del tempo. Le sequenze narrative sono sequenze dinamiche in quanto narrano qualcosa e sono funzionali allo svolgimento della storia. Le sequenze descrittive, dialogiche, e riflessive sono sequenze statiche, in quanto sospendono l’azione per lasciare spazio a dettagli …

Lascia un commento