Quello che è stato detto: negli USA non credono ad AMLO


IN ANTICAMERA delle feste nazionali, i segretari dell’amministrazione Biden, Gina Raimondo e Antony Blinken, sono stati molto chiari con il presidente Andres Manuel Lopez Obrador.

Il Messico deve rispettare tutto quanto firmato nel T-MEC. E “tutto” include la questione dell’energia.

Quasi appena è arrivato l’inviato della Casa Bianca, in questo gioco di braccio di ferro e messaggi politici che tanto piace all’inquilino del Palazzo Nazionale, un giudice ha emesso una delibera da mandare a casa Felice Gallardouno degli assassini di Enrico ‘Kiki’ Camarena.

Nel contesto del dialogo economico ad alto livello (DEAN) tra il Messico e gli Stati Uniti, il governo di Joe Biden ha inviato funzionari di alto livello direttamente collegati al commercio bilaterale per rivedere il TMEC.

Sono, oltre ai predetti Segretari di Stato e Commercio, Giacomo Biancodell’Ufficio di Rappresentanza Commerciale; José FernandezSottosegretario all’Energia, e Giovanni Gonzalezdirettore del Consiglio di sicurezza nazionale per l’emisfero occidentale.

La stampa statunitense ha evidenziato ieri che il fatto che il rappresentante commerciale Caterina Taiil cui annuncio della convocazione in Messico per consultazioni ha tanto infiammato López Obrador, non ha fatto parte di questa delegazione, suggerisce che una soluzione politica alla controversia energetica non è nelle carte.

“Il travolgente investimento personale che López Obrador ha in questioni energetiche indica che una soluzione a breve termine non è probabile e che sarà ricercato un processo di panel”, ha affermato Eric Farnsworth, vicepresidente del Council of the Americas e direttore del gruppo di esperti in energia Washington.

Andres Manuel Lopez Obrador.

Funzionari statunitensi hanno fatto trapelare alla stampa nel loro paese che il governo di López Obrador non offre garanzie su investimenti, integrazione regionale e competitività in Nord America, per cui insistono sul rispetto degli impegni concordati nel T-MEC.

E perdono l’opportunità per le aziende asiatiche di creare fabbriche di chip, che incoraggerebbero la produzione di auto elettriche e semplificherebbero le operazioni logistiche in Nord America.

Blinken ha commentato la legislazione recentemente approvata negli Stati Uniti, che fornirebbe $ 28 miliardi di incentivi per la produzione di semiconduttori, $ 10 miliardi per la produzione di nuovi chip e $ 11 miliardi per ricerca e sviluppo.

Ha esortato il Messico a unirsi alla competitività dell’economia regionale perché la carenza globale di semiconduttori ha ridotto la produzione di automobili, elettrodomestici e altri beni, causando un’elevata inflazione.

Blinken e Raimondo saranno al Birck Nanotechnology Center della Purdue University a West Lafayette, Indiana, alle 11:30 di oggi per visitare la struttura di formazione sulla microelettronica.

José Rafael Ojeda Duran

DEI QUATTRO megaprogetti di punta del 4T, l’unico che è veramente produttivo e innesca lo sviluppo regionale è il Tehuantepec Isthmus Interoceanic Corridor (CIIT). In linea di principio, questa grande opera, che consiste nel potenziare i porti di Salina Cruz a Oaxaca e Coatzacoalcos a Veracruz, collegati da una ferrovia che raggiunge la nuova raffineria di Dos Bocas, e nel mezzo la costruzione di dieci poli industriali, è stata affidata a un amico di Andres Manuel Lopez Obradortuo connazionale Rafael Marin Mollinedoper essere poi trasferito all’ammiraglio Segretario della Marina, José Rafael Ojeda Duran. Ma poiché il CIIT è basato su un modello di Singapore e finanziato con fondi di quel Paese, non è escluso che per la sua esecuzione e amministrazione venga implementata la figura di “autorità portuale”. Più di 20 miliardi di dollari saranno investiti in questo complesso industriale e logistico.

Leticia Ramirez.

IL TITOLARE DI Amministrazione e finanza del SEP, Oscar Flores JiménezOltre a gestire quante più donne possibili, si è anche dedicato a licenziare tutto ciò che suona come collaboratore del suo ex capo, Esteban Montezuma. Mesi fa ha licenziato il direttore legale, Enrico Quiroz, che ha trascurato diverse questioni legali ad alto impatto, come le azioni legali per danni dei genitori dei 16 bambini morti nel 2017 con il crollo della Rebsamen School. Chiedono cifre milionari e il SEP sarà probabilmente condannato a pagare per non aver risposto in modo tempestivo. La nuova segretaria Leticia Ramirez, lungi dal concentrare la propria attenzione sulla risoluzione dei problemi del ritardo educativo, dovrà occuparsi del pagamento di risarcimenti per cause soccombenti come quella, e per cause di lavoro per licenziamenti ingiustificati. Lungi dal fatto che Flores si occupi dei soldi della segretaria, Leticia dovrà occuparsi di lui.

AL MOMENTO CHE Crédito Real ha confermato la ristrutturazione raggiunta con Banorte, BBVA, Santander e Scotiabank, la Terza Sezione Civile del CDMX ha notificato una delibera confermando la correttezza dell’ammissione del ricorso e sanzionando la sospensione della sentenza che decretava lo scioglimento e la liquidazione del Sofom , che è stato emesso dall’ex giudice 52 Civil Helio Victoria Guzman e poi il 17 agosto sospeso dal nuovo giudice. Dopo aver conosciuto la delibera della camera, il liquidatore Fernando Alonso della Florida ha annunciato al mercato azionario di non avere più debiti con queste banche e che i beni concessi in garanzia a loro favore sono già stati svincolati. Come si suol dire, è successo quello che è successo. Il guaio per il liquidatore e le banche, entrambi corresponsabili, è che hanno ignorato la sospensione.

Michele Arriola.

PRIMA DI LUI BOOM di videogiochi, qui valutati oltre 45 miliardi di pesos, la Liga MX ha siglato un’alleanza quadriennale con Konami Holdings, che ha tra le sue cifre Messi Y Neymar. Hanno lanciato “Free to Play”, che può essere scaricato e giocato gratuitamente. L’obiettivo della Lega presieduta da Michele Arriola e questo ha 98 milioni fan qui e altri 60 milioni negli Stati Uniti, è quello di avvicinarsi al segmento in crescita di giovani fan e bambini che usano i videogiochi sportivi e di avere una maggiore visibilità internazionale, dal momento che Konami ha accordi commerciali con altri campionati europei. Il contratto con i giapponesi prevede un reddito superiore del 240% rispetto all’offerta del precedente fornitore EA Sports.

Lascia un commento