Un “banchiere centrale” nel Palazzo Nazionale

Il presidente López Obrador ha approvato ieri il suo impegno a “rispettare le decisioni” della Banca del Messico, che il giorno prima ha aumentato il tasso di interesse di riferimento dal 9,25 al 10 per cento, un livello massimo storico.

“Qualche voltavorremmo(presso la Banca del Messico) non solo se ne prendono cura, sebbene il controllo dell’inflazione sia importante, ecco perché aumentano il tasso, ma ancheequilibrio nella cura della crescitae partono sempre di più per la lotta all’inflazione e non per promuovere la crescita”, ha affermato il presidente nella sua conferenza mattutina da Mérida, nello Yucatán.

Il riferimento alla crescita economica non è la prima manifestazione di AMLO, anche se a livello di ‘opinione’, per cui Banxico non solo assicura la stabilità dei prezzi, ma contribuisce anche alla crescita.

“Perché aumentano il tasso?” si è chiesto López Obrador, prima di rispondere subito: “perché così l’inflazione scende, nient’altro chec’è il rischio che l’economia si fermie che non c’è crescita economica perché i tassi salgono”.

Nessuno ha detto al presidente che, fino ad ora,Non ci sono prove che l’aumento del tassodi Banxico, al ritmo con cui ha fatto,ha influenzato le prospettive di crescitadal paese.

I dati mensili dell’indicatore globale dell’attività economica suggeriscono un’accelerazione del ritmo di crescita dallo 0,5 per cento di luglio all’1 per cento di agosto.

Inoltre, secondo la puntuale stima del PIL messicano, nel terzo trimestre dell’anno l’attività economica è cresciuta dell’1 per cento, un tasso leggermente superiore a quello dei tre mesi precedenti, ma migliore di quanto previsto dal consenso degli analisti.

Sulla base di questi dati, arevisione al rialzo delle aspettative di crescitadell’economia messicana entro la fine del 2022.

Improvvisamente, il consenso degli analisti consultati da Citibanamex per il sondaggio pubblicato il 7 novembre ha aggiustato la previsione di crescita al 2,5% dal 2% di due settimane prima.

Dato il panorama delle persistenti pressioni inflazionistiche, AMLO ha affermato ieri che “qui è stato fatto bene (l’inasprimento del tasso di Banxico), anche se è alto, ma è stato fatto gradualmente”.

Al contrario, “negli Stati Uniti sento che hanno impiegato molto tempo per aumentarlo e lo stanno facendo (…) molto rapidamente, anche se ha già effetti” sull’inflazione.

Banxico ha sicuramente iniziato il suo ciclo di rialzo nell’estate del 2021, ben prima della Federal Reserve statunitense, che ha iniziato il suo ciclo nel primo trimestre di quest’anno.

Da allora,Banxico si è mosso esattamente alla pari con la Fed.

Negli Stati Uniti, l’inflazione complessiva è scesa dall’8,2% annuo di settembre al 7,7% di ottobre, mentre l’inflazione core è scesa dal 6,6 al 6,3% annuo nello stesso periodo.

In Messico, l’inflazione generale ha registrato un tasso annuo dell’8,4 per cento a ottobre, dopo essere stata dell’8,7 per cento a settembre, presentando la sua prima moderazione in cinque mesi.

Tuttavia, l’inflazione core è aumentata dall’8,3 all’8,4 per cento all’anno tra settembre e ottobre, mantenendo così la tendenza al rialzo mostrata da dicembre 2020.

Al suo interno, l’inflazione delle merci è a livelli a due cifre, riflettendo le pressioni in attobeni alimentari,la cui inflazioneannualeaumentato al 14 per centolo scorso mese.

Il fatto è che il Messico ha 0,7 punti in più di inflazione generale rispetto agli Stati Uniti. Ma se confronti la componente sottostante, il Messico ha 2,1 punti in più di inflazione rispetto agli Stati Uniti.

L’inflazione core, che esclude i prezzi più volatili, come i prezzi dell’agricoltura e dell’energia, è un riferimento migliore per la traiettoria inflazionistica.

Al di là di quanto indicano le cifre in un paese o nell’altro, l’importante è che mentre in Messico l’inflazione generale è la più alta degli ultimi due decenni, negli Stati Uniti è stata la più alta degli ultimi 40 anni.

Come ha recentemente affermato Ana Botín, presidente del Grupo Santander, “nostro nemiconumero uno, numero due e numero treè l’inflazione”. Devi vederlo in questo modo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.